About Us

Povertà: flash mob di Libera a Roma Termini

17 Ott Povertà: flash mob di Libera a Roma Termini

17.10.2013 | Agenzie varie
Ansa – Roma – Seduti, imbavagliati, con in mano cartelli con le cifre drammatiche della povertà in Italia “che ruba la speranza, la dignità e i diritti”. In occasione della XX Giornata Mondiale della lotta alla poverta’, una cinquantina di ragazzi di Libera e Rete della Conoscenza hanno organizzato un flash mob all’entrata della Stazione Termini di Roma per lanciare la Campagna Miseria Ladra del Gruppo Abele e Libera. “‘Miseria Ladra’ è un cantiere aperto – spiega una nota dei promotori dell’iniziativa – che ha già trovato l’appoggio di oltre duecento associazioni e realtà del sociale per ‘chiamare’ e ‘convocare’ alla mobilitazione su un problema che oggi tocca più tragicamente e in misura crescente alcune fasce sociali, ma domani potrebbe riguardare una fascia più ampia della popolazione generale. In un’Italia in cui sono 9 milioni e 563 mila le persone in condizioni di povertà relativa, cioè costrette a vivere con meno di 506 euro al mese. A questi si sommano 4 milioni e 814 mila persone che si trovano addirittura in povertà assoluta. Inoltre il 7% dei minorenni italiani vive in condizione di povertà assoluta. Sono 723 mila ragazzi i cui percorsi sono stati ingiustamente interrotti, per i quali le istituzioni non offrono speranze. Ma c’è anche la povertà culturale: con 6 milioni di persone analfabete, con l’Italia agli ultimi posti in Europa per abbandono scolastico. Nel Mezzogiorno la deprivazione materiale colpisce il 40,1% della popolazione e quella grave una persona su quattro. Sei famiglie su dieci in seguito alle difficoltà economiche hanno ridotto la quantità e la qualità del carrello della spesa alimentare. Il picco lo registriamo ancora una volta al sud, con quasi il 73%”.

Dire – Roma – “Seduti e imbavagliati con in mano dei cartelli con le cifre drammatiche della povertà in Italia che ruba la speranza, la dignità e i diritti. In occasione della XX Giornata mondiale contro tutte le forme di povertà, una cinquantina di ragazzi di Libera e Rete della conoscenza hanno organizzato un flash mob all’entrata della stazione Termini di Roma per lanciare la campagna ‘Miseria ladra’, di Gruppo Abele e Libera”. E’ quanto si legge in una nota. ‘Miseria ladra’, spiega il comunicato, “è un cantiere aperto che ha già trovato l’appoggio di oltre duecento associazioni e realtà del sociale per chiamare e convocare alla mobilitazione su un problema che oggi tocca più tragicamente e in misura crescente alcune fasce sociali, ma domani potrebbe riguardare una fascia più ampia della popolazione generale. In un’Italia in cui sono 9 milioni e 563 mila le persone in condizioni di povertà relativa, cioè costrette a vivere con meno di 506 euro al mese. A questi si sommano 4 milioni e 814 mila persone che si trovano addirittura in poverta’ assoluta, condizione che raccoglie il 7% dei minorenni italiani”. “Sono 723 mila ragazzi i cui percorsi sono stati ingiustamente interrotti- aggiunge la nota- per i quali le istituzioni non offrono speranze. Ma c’è anche la povertà culturale: con 6 milioni di persone analfabete, con l’Italia agli ultimi posti in Europa per abbandono scolastico. Nel Mezzogiorno la deprivazione materiale colpisce il 40,1% della popolazione, e quella grave una persona su quattro. Sei famiglie su dieci in seguito alle difficoltà economiche hanno ridotto la quantità e la qualità del carrello della spesa alimentare. Il picco lo registriamo ancora una volta al sud, con quasi il 73%.



Facebook

Twitter

YouTube