About Us

Diritti dell’Infanzia, il Gruppo Abele al fianco di Unicef

10 Nov Diritti dell’Infanzia, il Gruppo Abele al fianco di Unicef

Protezione, istruzione, salute, attività ricreative, socializzazione. Sono alcuni dei diritti fondamentali dell’infanzia e dell’adolescenza su cui oggi, dopo quasi due anni di pandemia, è più che mai necessario puntare i riflettori.
L’imminente anniversario, il 20 novembre, dell’approvazione nel 1989 della Convenzione dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza assume dunque un particolare significato: rappresenta l’occasione per tornare a una normalità nuova in cui i diritti fondamentali dei più piccoli siano prioritari nella pratica quotidiana e conquistino il ruolo che spetta loro nel dibattito politico.
Una ricorrenza che anche quest’anno vede il Gruppo Abele coinvolto nelle celebrazioni promosse dal Comitato Unicef di Torino. Considerata però la situazione sanitaria, che consiglia comportamenti prudenti, il Comitato Provinciale di Torino non ha organizzato la consueta Marcia dei Diritti con gli studenti, ma una serie di iniziative sparse su cinque giornate, a partire da lunedì 15 novembre.

Due gli appuntamenti con il Gruppo Abele. Giovedì 18 novembre dalle 10 alle 11.30 nella sede del Gruppo, in corso Trapani 91 a Torino, le professoresse Bruna Trucchi e Luciana D’Amico, volontarie Unicef, tengono una lezione sui Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza alle donne straniere che frequentano il Corso di italiano livello A2, organizzato in collaborazione con il CPIA1 nell’ambito del progetto Petrarca.
Sabato 20 novembre alle 16.30 Binaria e le Edizioni Gruppo Abele propongono, al centro commensale di via Sestriere 34, il laboratorio La felicità è un diritto per tutti i bambini con il poeta Roberto Piumini, ispirato al suo libro Le Felicità, illustrato da Sergio Olivotti, in occasione dell’inaugurazione della mostra Come finestre sul mondo. L’incontro, gratuito, è sostenuto dal progetto E se diventi farfalla, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. La prenotazione è obbligatoria, scrivendo a binaria@gruppoabele.org oppure con whatsapp al numero 011537777. Al di sopra dei 12 anni è necessario esibire il green pass.
Nella serata del 20 novembre, inoltre, la cupola della cappella della Sindone sarà illuminata di blu, il colore che simboleggia la giornata celebrativa, così come le sedi della Giunta e del Consiglio regionale, Palazzo civico e la caserma dei Vigili del fuoco.

“La luce deve rimanere sempre accesa sui bambini – commenta Lucia Bianco, responsabile del progetto Genitori&Figli del Gruppo Abele – la pandemia ha anche aumentato le diseguaglianze e reso i ragazzi che vivono in contesti più fragili maggiormente vulnerabili. Bisogna intervenire affinché nessun bambino o giovane si senta mai più solo”.

Guarda il calendario degli appuntamenti

 

 



Facebook