About Us

Il 18 ottobre, contro la tratta di esseri umani

17 Ott Il 18 ottobre, contro la tratta di esseri umani

#liberailtuosogno 18_10_2017Il 18 ottobre è la Giornata internazionale contro la tratta e lo sfruttamento di esseri umani. Settore in cui il Gruppo Abele lavora da anni. Ricordiamo quali sono i nostri servizi attivi per chi si trova in condizioni di sfruttamento e/o subisce violenza.

 

 

  • Una comunità di fuga
  • Il Coordinamento del Numero Verde (800.290.290) per tutto il Piemonte
    Il Numero Verde è gratuito e chi telefona rimane anonimo. Possono telefonare vittime di tratta, forze di polizia, amici/clienti, servizi socio-sanitari, cittadini, per chiedere informazioni, per segnalare sospette vittime, per chiedere aiuto per uscire dallo sfruttamento.

#liberailtuosogno 18_10_2017 bNella Giornata sulla tratta del 18 ottobre 2017 il Gruppo Abele è stato presente a Roma, alle ore 11, presso il Dipartimento per le Pari Opportunità, all’evento dal titolo La Giornata Europea contro la tratta di esseri umani.
Sono intervenuti la Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri l’On. Maria Elena Boschi, il Procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia Giovanni Russo, la coordinatrice del gruppo tematico del Coordinamento Nazionale Centri Accoglienza, Tiziana Bianchini, il coordinatore del progetto “Fuori Tratta” della Cooperativa Dedalus Andrea Morniroli,  il responsabile dell’ufficio immigrazione Caritas Italia e Europa Oliviero Forti, la responsabile del “Progetto vittime” dell’associazione Gruppo Abele Mirta Da Pra e la responsabile scientifica del Numero Verde antitratta, Comune di Venezia, Cinzia Bragagnolo. A Torino, alle ore 17, presso la Sala Mostre del Palazzo della Regione Piemonte, piazza Castello 165, il Gruppo Abele ha inoltre preso parte all’evento Percorsi integrati di inclusione delle vittime di tratta: storie di donne e prospettive. Sono intervenuti l’Assessora regionale ai Diritti e Pari Opportunità Monica Cerutti, Alberto Mossino dell’associazione Piam, Maila Scimemi e Silvia Galignano dell’associazione Idea Donna, Davide Tuniz e Elia Impaloni dell’associazione Liberazione e Speranza, Sara Deambrogio e Dorina Damian dell’associazione Gruppo Abele.



Facebook