About Us

Il lavoro sociale è politico

20 Dic Il lavoro sociale è politico

 

I primi 50 anni di Animazione Sociale, la rivista fondata nel 1971 da don Aldo Ellena e da lui stesso poi affidata a don Ciotti e al Gruppo Abele, si sono celebrati con il Convegno nazionale di Torino, L’anima politica del lavoro sociale. Per una Costituente delle parole.

“Fare un convegno sull’anima politica del lavoro sociale può apparire oggi una provocazione – ha spiegato Francesco d’Angella, della redazione di Animazione Sociale. Una provocazione perché di fatto non possiamo non constatare come la parola politica sia una parola lontana dalla vita quotidiana”. Tantomeno  possiamo negare che il momento storico attuale imponga condizioni di scarsa dignità al lavoro sociale. Un lavoro che spesso non viene riconosciuto come tale ma relegato al volontariato o addirittura all’improvvisazione.
Il Convegno ha evidenziato come il lavoro sociale sia svolto da professionisti “che giorno dopo giorno aprono i servizi, incontrano la gente, ritornano nelle strade e dalle strade riportano la vita sociale e quotidiana all’interno delle istituzioni pubbliche e politiche”. Azione vitale per una società democratica che non può dimenticare nessuno se tale vuole essere. Quindi “il lavoro sociale è politico perché aiuta le persone a uscire dalla loro condizione di sofferenza e questo uscire è un atto politico perché le persone sono riconosciute in quanto persone, capaci di esprimere un progetto, una prospettiva”.

(piero ferrante e toni castellano)



Facebook