About Us

Nove su un milione: i libri per le vacanze scelti da Binaria

02 Ago Nove su un milione: i libri per le vacanze scelti da Binaria

Lo scorso anno in Italia sono stati pubblicati oltre 85 mila nuovi titoli (dati AIE) e si stima che il patrimonio di libri commercialmente vivi (ovvero disponibili) nel nostro Paese conti oltre un milione duecentomila titoli. Come fare per consigliare un libro che possa essere di adeguata compagnia a una vacanza nel mese di agosto, scegliendone uno e uno solo a testa? Abbiamo chiuso gli occhi e scelto con il cuore, solo per voi! Ecco i nove libri del 2022 che (finora) ci hanno fatto perdere la testa.

IL CLASSICO
Consiglio a cura di Gianni
Gabriel Garcìa Marquez, Dell’amore e di altri demoni, Mondadori

Perché è una storia d’amore così grande che sfida il perbenismo cieco e il clima da caccia alle streghe nel periodo della Santa Inquisizione. E anche perché non è conosciuto come Cent’anni di solitudine e L’amore ai tempi del colera, pur essendo un capolavoro di Gabriel Garcia Marquez.

IL REPORTAGE NARRATIVO
Consiglio a cura di Filippo
Witold Szablowski, Orsi danzanti, Keller

Nella cultura dei rom bulgari addestrare e sottomettere un orso era una tradizione che dava da vivere a diverse persone e nutriva storie che avevano il sapore della leggenda. Ma i tempi cambiano, gli orsi in catena non sono più tollerati. Così cambiano anche i regimi. In quei paesi che nel nome di più alti ideali hanno messo in secondo piano le legittime aspirazioni di milioni di individui, Szablowsky ha raccolto i racconti di coloro che hanno vissuto questo cambiamento. E in questa inconsueta parentela tra uomini e orsi rimane inevasa la domanda sul significato più profondo della parola libertà.

PER LETTORI IN ERBA
Consiglio a cura di Mauro
Chiara Vigliocchi, Paolo Chiarinotti, Silvia Borando, Dalla chioma, minibombo
Un albero alto e maestoso. Una bella castagna che spunta tra le foglie. Un topo da terra pregusta già il suo pranzetto. Non gli resta che agitare la pianta per conquistare il bottino ma… siamo proprio sicuri che sarà così facile? Un racconto tutto da scuotere! Dai 3 anni.

TRA ROMANZO E NOIR
Consiglio a cura di Beatrice
Matteo Righetto, La stanza delle mele, Feltrinelli
Un personaggio che entra sotto la pelle, con la sua solitudine, il suo dolore, e dei paesaggi che si stagliano vividi di fronte a noi facendoci sentire il fresco delle Dolomiti e commuovere per un tramonto.

TRIS DI GIALLI
Consiglio a cura di Monica
Alice Basso, Il morso della vipera; Il grido della rosa; Una stella senza luce, Garzanti

Un consiglio che vale tre, comprendendo la trilogia di gialli ambientati nella Torino degli anni ’30, con protagonista Anita, donna determinata e intelligente (“nonostante” sia bella) e con l’innata propensione a ficcare il naso dove non dovrebbe. Si sa che una “brava tota” nel 1935, sotto il regime fascista, deve essere carina e obbediente. Ma a lei l’obbedienza va proprio stretta e la sua testa calda le fa rimandare di un anno il matrimonio per prima provare un’esperienza: lavorare. È così che si trova a fare la dattilografa per Saturnalia, la rivista di gialli, e più precisamente per Sebastiano Satta Ascona che sotto la sua patina di bravo fascista nasconde dei segreti. I due, attorniati da personaggi secondari ben caratterizzati e a cui è impossibile non affezionarsi, si ritrovano a risolvere gialli, proprio come i detective delle storie che pubblicano.

IL ROMANZO DI FORMAZIONE
Consiglio a cura di Valeria
Mario Desiati,
Spatriati, Einaudi
Le vite di due ragazzi che crescono da “spatriati”, emigrati sempre fuori posto, sia quando tornano al paese, sia quando vivono nel paese meta del progetto migratorio. Francesco e Claudia sono membri di una generazione colta e borghese che ha deciso di abbandonare la provincia per l’Europa cosmopolita. Sono due spatriati anche emotivi, sentimentali. Due persone fragili e incapaci di trovare una loro collocazione nel mondo. Questo senso di inadeguatezza li unisce profondamente: da qui insieme partono per l’avventura di farsi adulti. Consigliato per la storia, per il linguaggio poetico e per l’apprezzabile e originale nota conclusiva dell’autore, in cui vengono contestualizzate le citazioni di film, canzoni e libri presenti nel romanzo e in cui viene rivelato qualcosa in più sul titolo di ogni capitolo.  Premio Strega non a caso.

IL SAGGIO
Consiglio a cura di Edoardo
Timothy Morton, Dominic Boyer, Iposoggetti, Luiss
Tutti possiamo essere Iposoggetti, piccoli esseri plasmabili e capaci di adattarci alle forme del presente in continua evoluzione. Morton e Boyer discutono sulle peculiarità necessarie per fronteggiare le grandi infrastrutture che governano il nostro mondo. Utili ricette per Iposoggetti che vogliono sconfiggere i loro più acerrimi nemici: gli Iperoggetti.

IL ROMANZO AUTOBIOGRAFICO
Consiglio a cura di Manuela
Antonia Spaliviero, La compagna Natalia, Sellerio
Un piccolo Sellerio dalla cui copertina emergono due occhi intensi con dentro tutta l’irrequietezza dell’adolescenza. Bastano quei due occhi, dipinti dall’artista tedesco Richard Kuhn, a far maturare la voglia di aprire il libro e farlo subito. Dentro Antonia Spaliviero, morta nel 2015 dopo aver condiviso la vita artistica e famigliare con il regista Gabriele Vacis (sono tra i fondatori dell’esperienza teatrale Laboratorio Teatro Settimo), ci risucchia nella periferia torinese di fine anni Sessanta, in una scuola all’epoca appena aperta alla sezione femminile. Attraverso gli occhi di una ragazza semplice fuori e vulcanica dentro, conosciamo e ci facciamo affascinare dalla compagna Natalia, un’adolescente d’altri tempi (futuri, per la precisione) che incarna tutta la rivoluzione che fermenta in Italia all’epoca della storia.

YOUNG ADULT
Consiglio a cura di Massimo
Stefano Garzaro, Il paese Nero, Piemme
Nato e cresciuto a Torino, dove ambienta molti dei suoi lavori (compreso questo) Garzaro dimostra di aver ormai preso confidenza con il genere young adult, ossia narrazioni in cui il protagonista si trova di fronte ai grandi temi della vita per la prima volta e con l’impeto e la passione tipica degli adolescenti. Tra le pagine di questo romanzo distopico che ha per protagonista una Cricca di giovani ragazze e ragazze, in occasione del centenario della nascita dell’attivista tedesca antinazista Sophie Scholl, l’autore accompagna il lettore in una riflessione sul rischio di dimenticare una pagina dolorosa della nostra Storia e di smettere di interrogarsi su valori che diamo per conquistati per sempre, come la democrazia e la libertà.

Se siete arrivati fin qui, meritate di sapere un’altra cosa: nel mese di agosto, sulla pagina Facebook di Binaria, pubblicheremo il “best of” dei libri consigliati nel 2022 per il Corriere della Sera Torino, nella rubrica settimanale Binaria consiglia”. Per ricevere le segnalazioni settimanali pubblicate su La newsletter del sabato” del Corriere della Sera Torino è sufficiente iscriversi sulla pagina dedicata del quotidiano. Per ricevere invece la nostra newsletter con Le copertine” (i nostri approfondimenti di lettura) è sufficiente cliccare e inserire la vostra mail.

(i librai di binaria, centro commensale del gruppo abele)



Facebook