About Us

Un libro che fa bene “Al di qua e al di là dal mare”

26 Gen Un libro che fa bene “Al di qua e al di là dal mare”

Di qua e di là dal marSostenere il Gruppo Abele comprando un libro: dal 24 gennaio è disponibile, in libreria e in tutti gli store online, Di qua e di là dal mare – Filastrocche migranti, di Carlo Marconi. Per ogni libro acquistato una parte del ricavato verrà devoluta al progetto di cooperazione internazionale del Gruppo Abele in Costa D’Avorio.

Il libro è una raccolta di ventuno filastrocche, una per ogni lettera dell’alfabeto (Dalla A di Addio alla Z di Zattera). Un’illustrazione d’autore accompagna ogni filastrocca, amplificando il messaggio trasmesso dalle rime: artisti pluripremiati e illustratori emergenti hanno infatti donato le proprie tavole per dare vita alle parole, ognuno col proprio stile e sensibilità.

Ed è proprio grazie alla collaborazione a titolo gratuito dei numerosi illustratori coinvolti nella realizzazione che le Edizioni Gruppo Abele potranno devolvere parte del ricavato di questo libro alla Communauté Abel, il progetto di cooperazione internazionale avviato nel 1983 a Grand-Bassam in Costa D’Avorio. Mirata soprattutto all’alfabetizzazione e alla formazione lavorativa dei giovani in difficoltà, la comunità coinvolge l’intera popolazione con attività ricreative, sportive e culturali e fornisce servizi di sostegno alle fasce più deboli.

Un ringraziamento specialDeserto_duepagine_lighte a Carlo Marconi, insegnante elementare e autore delle filastrocche, e alle illustratrici e illustratori che hanno offerto gratuitamente la propria arte per sposare questo progetto: Fuad Aziz, Brunella Baldi, Antonio Boffa, Rossana Bossù, Emanuela Bussolati, Sara Carminale, Beppe Conti, Anna Curti, Dalia Del Bue, Silvana Di Marcello, Nino Ferrara, Lisa Gelli, Desideria Guicciardini, Sonia Ligorio, Giulia Orecchia, Rossella Paolini, Arianna Papini, Gabriele Pino, Lorenzo Sangiò, Ilaria Zanellato, Laura Zani. Ad essi si aggiungono due preziose tavole: una di Emanuele Luzzati (per concessione del Museo Luzzati a Porta Siberia di Genova) e una del compianto Gianni De Conno, donata dalla figlia Costanza.

(christian azzara)

 



Facebook

Twitter

YouTube