About Us

Slide background
Slide background

Dipendenze

Slide background

Vulnerabilità e vittime

Slide background

Famiglie e giovani

Slide background

Formazione

Slide background

Editoria

Slide background

Cooperazione internazionale

Slide background

Iscriviti ai corsi

 Notizie

Povertà, dati stabili ma ugualmente drammatici
Nel 2016 nel nostro Paese sono 4 milioni e 742mila le persone in condizione di povertà assoluta, pari a 1 milione e 619mila famiglie. I numeri sono stabili rispetto al 2015 ma pur sempre drammatici. Stabilità, infatti, significa non solo assenza di crescita ma anche assenza di misure efficaci per il contrasto alla povertà. Come ad esempio il reddito di dignità, questione su cui la nostra associazione, insieme a tante altre realtà riunite nella Rete dei Numeri Pari, si batte quotidianamente  

Corridoi umanitari, una risposta all’impotenza
Cosa sono, come funzionano, a cosa servono: un’intervista al referente di Sant’Egidio Roma, la comunità che con la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e la Tavola Valdese, ha ideato una risposta all’emergenza profughi a cui ha preso parte anche il Gruppo Abele. Risposta estendibile ai flussi migratori

Tutte le notizie ›

 In evidenza

Servizio Civile al Gruppo Abele: il calendario dei colloqui di selezione
Cominceranno il 31 luglio i colloqui di selezione per i candidati al primo bando del nuovo Servizio Civile. Il termine dei colloqui è previsto il 5 settembre. A seguire saranno pubblicate le graduatorie dei candidati

 Dicono di noi

21.07.2017 | Famigliacristiana.it – “La sentenza su Mafia-Capitale non favorisca la rimozione della realtà”
“Sarebbe grave che la sentenza inducesse meccanismi di rimozione, gli stessi che per malafede e complicità hanno portato per decenni a negare la presenza delle mafie al Nord” così don Ciotti, presidente del Gruppo Abele, commenta la sentenza in un editoriale sul sito di Famiglia Cristiana

21.07.2017 | Avvenire – Ciotti su sentenza Mafia Capitale: “Crimine terribile al di là del nome”
Intervista al presidente di Libera e Gruppo Abele sulla sentenza di primo grado del processo Mafia Capitale, che smontando in parte l’impianto accusatorio fa cadere il 416 bis (associazione di stampo mafioso)

Tutti gli articoli ›

ga_banner_hp_footer_corr3

LA NOSTRA RETE

Facebook

Twitter

YouTube